Tag

, , ,

Qualche anno fa scrissi una poesia su Aldo Moro. A distanza di trentasette anni, oggi come allora, quel sequestro resta ancora un mistero. Si ritrovano documenti, si ritrovano cassette audio-registrate ma manca sempre qualcosa, che non si è perso, che non si è analizzato in tutti questi anni. E il cerchio continua a non chiudersi.

Forse perché l’Italia, in realtà, è una Repubblica fondata sul segreto (di stato).

Quattro lettere il nome
e quattro il cognome.
Anche la città,
teatro della vicenda,
sempre e solo quattro lettere.
Solo il destino non più
da pace a inferno.

Nella strada cinque corpi
quattro avieri, una donna
e quattro falchi.
Nove i comunicati
e tante le verità
nascosta la più vera.
E fra tanti segreti
ancora il destino
a cambiare
quelle quattro lettere
da vita, a morte.

(a Aldo Moro)

download